RECENSIONE DI… “NELL’INTRECCIO DEL TEMPO” DI BARBARA NALIN


Salve lettori, buona domenica. Quest’oggi sono qui per parlarvi del capitolo conslusivo di una duologia che ho adorato e divorato in pochissimo tempo. Mi riferisco a “Nell’intreccio del tempo” di Barbara Nalin (Pubblicazione indipendente). Ringrazio l’autrice per avermi spedito una copia.

Novembre, 2020. Melita sta per rivedere Simon, l’uomo nei confronti del quale prova una forte attrazione, nonostante, da quando è tornata da Malta, viva con Murad. Rincontrare Simon le porta alla mente episodi oscuri riguardo la sua vita, primo fra tutti un misterioso incidente stradale che ha coinvolto lei, sua sorella Sara e lo loro madre Eliza ma di cui le due non serbano ricordo. Il desiderio di saperne di più la travolge e a Melita non resta che tornare a Malta.

“Maledizione al suo cuore, talmente confuso da essere attratto allo stesso tempo da due uomini… due uomini cui quella donna, Anne, era profondamente legata. Per Simon era stata la moglie che aveva amato fino alla disperazione, per Murad l’amore della vita. E lei? Cos’era lei? solo una che somigliava al loro grande amore, una specie di ripiego?”

Secondo e ultimo volume della duologia, il romanzo si focalizza su due principali tematiche: il peso dei segreti da una parte e il desiderio di riscoprire se stessi dall’altro.

Fondamentale, come già avvenuto nel primo capitolo, è il rapporto tra Melita e Anne che in queste pagine si confrontano e agiscono insieme sullo sviluppo narrativo.

Si ritrovano tutti (o quasi) i personaggi incontrati ne “Nella tela del tempo”. Tutti danno il loro contributo affinché il mistero possa finalmente risolversi, tutti presentano psicologie ben definite e incarnano ruoli ben costituiti.

Il ritmo narrativo particolarmente incalzante, unito a una prosa semplice ed efficace, permette al lettore di seguire attentamente e con ampio coinvolgimento le vicissitudini narrate. Non si avverte mai un momento in cui tale coinvolgimento venga meno né eventi fini a se stessi, anzi tutto ciò che viene narrato concorre allo sviluppo della trama e alla risoluzione finale.

Una degna conclusione a una vicenda originale, imprevedibile e ricca di emozione capace di andare oltre i tempi e i luoghi.

ACQUISTA

Nell’Intreccio del Tempo

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂

LA DUOLOGIA

Nella tela del tempo  #1

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...