TOP & FLOP 2020


Salve lettori, eccoci giunti al penultimo giorno di questo 2020, un anno indubbiamente difficile per tutti, dodici mesi che ci hanno messo alla prova. Mentre ci auguriamo il meglio, ci fermiamo un attimo a fare dei bilanci. Poiché questo è un blog di libri, parleremo delle cinque letture che ho inserito nella lista dei top e delle cinque che, al contrario, compongono la schiera dei flop. Ci tengo a precisare che si tratta di miei pareri personali e non di giudizi assoluti.

5 LIBRI TOP DEL 2020

  • Il peso dell’oro di Barbara Bellomo, edito Salani che ho letto ad aprile. Si tratta di un giallo storico che unisce passato e presente molto coinvolgente. Recensione QUI
  • Cercando Virginia di Elisabetta Bricca, edito Garzanti che ho letto a maggio. Si tratta di un romanzo di narrativa che parla di libri attraverso la figura di una scrittrice che occupa un posto di rilievo nel panorama letterario mondiale: Virginia Woolf. Recensione QUI
  • Solo io posso scrivere la mia storia di Oriana Fallaci edito Bur/Rizzoli che ho letto a giugno. Si tratta di un’opera di non fiction che raccoglie aneddoti sulla vita della celebre giornalista attraverso le sue stesse parole. Recensione QUI
  • La posta del cuore di Mrs Bride di A. J. Pearce, edito Sperling&Kupfer che ho letto a settembre. Si tratta di un romanzo storico ambientato durante la seconda guerra mondiale con una protagonista sognatrice e determinata. Recensione QUI
  • A casa di Jane Austen di Lucy Worsley, edito Neri Pozza che ho letto a novembre. Si tratta di un’opera di non fiction incentrata sulla celebre scrittrice inglese attraverso aneddoti relativi agli ambienti domestici citati nelle sue opere, specchi delle dimore nelle quali abitò. Recensione QUI

5 LIBRI FLOP DEL 2020

  • Ti regalo le stelle di Jojo Moyes, edito Mondadori che ho letto a gennaio. Si tratta di un romanzo che presenta le vicissitudini di un gruppo di donne e della loro biblioteca ambulante. Purtroppo il ritmo narrativo, a mio parere, risulta troppo lento. Recensione QUI
  • La zona cieca di Chiara Gamberale, edito Feltrinelli che ho letto a gennaio. Si tratta di un romanzo dalle buone premesse psicologiche che, tuttavia, secondo me, non riesce a trovare il suo punto di svolta dando una sensazione “claustrofobica”. Recensione QUI
  • Esprimi un desiderio, anzi tre di Liane Moriarty, edito Mondadori che ho letto a giugno. Si tratta di un romanzo che vuole presentarsi come una commedia romantica ma che, a mio parere, non riesce a sfruttare adeguatamente il suo potenziale. Recensione QUI
  • La strada di Cormac McCarthy, edito Einaudi che ho letto a settembre. Si tratta di un romanzo distopico ambientato in un futuro post apocalittico con protagonisti un padre e un figlio che vagano nella terra desolata. Non mi ha convinta la totale assenza di riferimenti e il grande astrattismo dell’opera. Recensione QUI
  • Un invito inaspettato di Trisha Ashley, edito Newton Compton editori che ho letto a dicembre. Si tratta di un romanzo, dal ritmo piuttosto lento e dalle numerose descrizioni, che, a mio parere, presenta troppi “ingredienti” che rendono difficile per il lettore immedesimarsi o quantomeno seguire le vicende. Recensione QUI

Bene lettori, per oggi è tutto. Auguro a tutti voi un 2021 migliore dell’anno che sta per concludersi, ricco di serenità e felicità 🙂

4 pensieri su “TOP & FLOP 2020

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...