RECENSIONE DI… “UNA FESTA DA SOGNO” DI KAREN SWAN


Salve lettori, salutiamo le festività natalizie con l’ultimo appuntamento con la rubrica “Letture sotto l’albero” (che tornerà il prossimo anno).

Immagine libera per usi commerciali. Attribuzione non richiesta

Quest’oggi sono qui per parlarvi di un romanzo familiare ambientato in un castello. Mi riferisco a “Una festa da sogno” di Karen Swan (Newton Compton editori). Ringrazio la casa editrice per avermi inviato una copia ebook.

Alla morte di sir Declan, il castello di Lorne, che da secoli appartiene alla famiglia, necessita di un nuovo proprietario. Non avendo l’uomo figli maschi ed essendo il titolo di cavaliere morto con lui, il patrimonio deve essere diviso tra la moglie e le tre figlie. A sorpresa, il castello viene destinato a Willow, la minore, colei che ha “tradito” la famiglia trasferendosi a Dublino. La giovane, incapace di rinunciare alla vita di città, è intenzionata a vendere il castello a Connor Shaye, il quale, il weekend prima di Natale, organizzerà tra quelle mura una grande festa. Sarà proprio questa l’occasione per mettere a nudo i segreti di famiglia facendo i conti col passato.

“Il dado era stato lanciato e lì era approdata la loro vita: insieme ma separate, divise da Lorne, che un tempo le aveva unite.”

L’eco del passato nel presente è il tema di fondo di questo romanzo tutto al femminile. Le vicissitudini della famiglia Declan sono presentate attraverso le reazioni alla perdita e la capacità di prendere in mano le redini della propria esistenza. Tanto la matriarca quanto le figlie fuggono dalle problematiche che le coinvolgono trovando rifugio in qualcosa: la signora Declan nel peso dei ricordi e nell’attaccamento alle cose; Ottie in un amore clandestino; Pip nei guai nei quali si caccia e Willow nello sbarazzarsi in tempi brevi di ciò che la tiene ancorata a un contesto socio-familiare al quale non sente di appartenere.

È proprio su quest’ultima che si focalizza quasi interamente il romanzo. Willow si è rifugiata nel caos della capitale dove interpreta il ruolo di donna moderna ed emancipata. Tornare dalla sua famiglia rappresenta per lei un duro colpo, una guerra contro quei fantasmi che la tormentano da sempre. Vendere quell’eredità che le è piovuta pesantemente addosso rappresenta la chiave per uscire da quel labirinto di eventi e di cose non dette nel quale, suo malgrado, è stata costretta a entrare.

La meravigliosa festa prenatalizia dalle magiche atmosfere diviene, in questo contesto, un utile strumento per porre le quattro donne una di fronte all’altra come non era mai accaduto così da affrontare finalmente il passato per accettare il presente.

Nonostante la trama sia senza dubbio interessante e lo stile dell’autrice semplice e fluido, il ritmo narrativo, a mio parere, penalizza l’intera opera. Dalle prime pagine fino a oltre la metà del romanzo gli eventi si susseguono troppo lentamente e la narrazione si arena sulla vita quotidiana delle tre sorelle, solo successivamente, quando gli eventi entrano nel vivo, la narrazione procede in maniera più spedita e il lettore riesce a sentirsi parte della vicenda senza provare noia.

Un romanzo familiare costantemente in bilico tra passato e presente. Una lettura delle buone idee di fondo nel complesso accettabile.

ACQUISTA

Una festa da sogno: Dall’autrice numero 1 in classifica in Italia, arriva la storia d’amore più romantica dell’anno

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...