RECENSIONE DI… “MIA CARA JANE: LE LETTERE MAI SCRITTE” DI AMALIA FRONTALI


Salve lettori, buona ultima domenica di maggio. Questa mattina sono qui per parlarvi di un romanzo al quale può essere facilmente associata una celebre domanda: “Cosa sarebbe successo se…?”. Mi riferisco a “Mia cara Jane: le lettere mai scritte” di Amalia Frontali (Pubblicazione indipendente).

Nel gennaio 1796 Jane Austen conobbe Thomas Langlois Lefroy, aspirante avvocato. Questo incontro non portò all’inizio di alcuna relazione tra i due nonostante ci fosse stato un reciproco apprezzamento; Jane non si sposò mai mentre Tom optò per un matrimonio di interesse. Cosa sarebbe successo se dopo quell’incontro l’uomo avesse scritto una lettera a Jane che avrebbe dato vita a una corrispondenza tra i due? È da questa domanda che parte la finzione letteraria, essenza di questo romanzo epistolare.

“Parleremo e scriveremo, Jane, e sarò docile e sottomesso. Sarò un equilibrista sul confine che voi avete tracciato, almeno finché non sarete voi a chiedermi di spostarlo.”

Storia e immaginazione spesso entrano in contatto dando vita a un sodalizio in grado di appassionare e di rendere personaggi talora considerati inarrivabili più vicini ai lettori.

È quello che accade tra queste pagine. Le lettere presentate sono “a senso unico”, non si legge mai la risposta di Jane poiché l’autrice rispetta la verità storica secondo la quale dopo la morte della scrittrice la sorella Cassandra ne bruciò l’intera corrispondenza.

Attraverso le parole di Tom emerge il suo essere un uomo al bivio. Da una parte vi è il sentimento che dimostra di provare nei confronti di Jane, dall’altra l’ambizione personale. Numerosi sono i riferimenti a opere della scrittrice e ad avvenimenti storici realmente accaduti che rendono la narrazione più “concreta” nonostante l’aura di finzione letteraria della quale è permeata.

Curato è lo stile che rispecchia il modo di scrivere del tempo. Dalle lettere traspare ironia, emozione e un pizzico di tristezza, tutto trattato con una grande eleganza che rende la narrazione assolutamente verosimile, in grado di riversare sul lettore gli stati d’animo provati dall’uomo.

Un romanzo che si rivela piacevole oltre che indubbiamente coraggioso.

ACQUISTA

Mia Cara Jane: Le lettere mai scritte

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...