RECENSIONE DI… “IL CAFFÈ DELLE COSE PREZIOSE” DI JAN STEINBACH


Salve lettori, la sentite anche voi la magia natalizia che sta iniziando a diffondersi nell’aria? Ebbene, da oggi torna la rubrica più scintillante dell’anno! Esatto, siamo pronti con una nuova edizione di “Letture sotto l’albero”, una serie di recensioni di romanzi natalizi che vi accompagneranno fino all’Epifania. Magnifico, vero?

Libera per usi commerciali. Attribuzione non richiesta.

A inaugurare la rubrica è un romanzo che gli amanti dei dolcetti natalizi apprezzeranno particolarmente. Mi riferisco a “Il caffè delle cose preziose” di Jan Steinbach (Newton Compton editori).

Dopo aver perso il marito, Luise, rimasta sola è solita trascorrere le feste natalizie in compagnia del figlio e della sua famiglia. In occasione del prossimo Natale, però, la donna ha deciso di venir meno alla tradizione che da cinque anni rispetta fedelmente: partirà per Lubecca così da mantenere la promessa fatta a suo marito Hubert. Anche se lui fisicamente non sarà presente, trascorreranno insieme le festività nella cittadina costiera. Per Ludwing, talentuoso pasticcere del posto, questo sarà l’ultimo Natale da trascorrere nel suo locale, un pittoresco caffè che sta per essere venduto e trasformato. Sarà in questo luogo che Luise, grande amante della pasticceria, si rifugerà per sfuggire alla solitudine. Tra i due nascerà ben presto una bella amicizia, magari è proprio questa la seconda possibilità concessale dal destino, anche se, a questo proposito, Luise è molto dubbiosa e preferisce nascondere i propri sentimenti.

“Era in piena fioritura. Luise non sentiva né il freddo né il vento. Tutto l’arbusto brillava di giallo limone. Anche sui rami in apparenza avvizziti, c’era una profusione di fiori. La neve gravava pesante sui rami, ma la potenza dei fiori non poteva essere trattenuta. Come se la rigogliosità della vita volesse ignorare l’inverno.”

L’elemento che immediatamente catalizza l’attenzione del lettore è, senza dubbio, quello dolciario. Il romanzo, infatti, pullula di deliziosi dolci tipici della tradizione tedesca ricchi di cannella e di tutti quei sapori che per tradizione vengono associati alle feste natalizie (per quanti vorrebbero ricreare tali sapori, al termine del romanzo vi è un ricco ricettario).

Luise è una donna sola. Dopo aver vissuto una vita accanto a suo marito, questi improvvisamente la lascia sola. Per Luise non è semplice fare della solitudine la sua nuova costante di vita specie durante le festività che sono sinonimo di calore familiare. Il viaggio a Lubecca rappresenta un’enorme sorpresa, per se stessa in primis, è un suo voler mettersi in gioco facendo qualcosa di diverso, di “grande” che mai avrebbe potuto immaginare di compiere. L’atmosfera della cittadina l’avvolge, la inebria e le regala momenti di serenità e svago, un riscatto dopo tanti momenti trascorsi nel buio del dolore e della perdita.

Anche Ludwing ha sperimentato il peso della mancanza. È un uomo gentile, onesto, che ha fatto dell’arte della pasticceria la sua nuova ragione di vita. Per lui preparare dolci è un piacere, un antidoto contro il peso della quotidianità.

La sintonia tra i due è, in primis, culinaria. Giorno dopo giorno, ingrediente dopo ingrediente, il loro rapporto “lievita” con tutta la grazia e la dolcezza che caratterizza la preparazione di quei dolci che li hanno fatti incontrare.

Lo stile della prosa è semplice, fluido e “genuino”. Non vi sono grandi trovate narrative per creare il colpo di scena perfetto, anzi tutto si snoda in maniera lineare sempre animato dai buoni sentimenti che contraddistinguono i due protagonisti.

Il lettore è coinvolto dalle vicende e non può non simpatizzare per Luise e Ludwing, una donna e un uomo non più giovanissimi ma con tutto il diritto di vivere ancora sane emozioni.

Un romanzo zuccherino. Una lettura che scalda il cuore.

ACQUISTA

Il caffè delle cose preziose

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...