BROTHER – ALESSANDRO RASCHELLA’

Brother – Alessandro Raschellà


Massimiliano è un ragazzo diverso dagli altri infatti basa la sua vita su cicli. Prima di compiere qualsiasi scelta egli segue quattro fasi: osservazione, analisi, decisione e azione. Vive a Gaialandia, un paesino noioso del Sud Italia, ricco di tradizioni e mentalità chiuse. Egli insieme ai suoi inseparabili quattro amici trascorre le serate a chiacchierare seduti sempre sulla stesse panchina in piazza, a bere nascosti in cantina o a fumare erba in compagnia del “professore”. Terminati gli studi, i cinque amici manifestano il desiderio di andare lontano, così, sotto laguida del professore, si trasferiscono in grandi città dove oltre che conseguire dottorati di ricerca, si dedicheranno allo spaccio.

“La decisione è di vitale importanza perché è l’ultimo passo che mi porta all’azione ed è preferibile che porti a quella giusta. Un’azione sbagliata, infatti, potrebbe risultare drammatica: drammatica perché è l’unica fase dalla quale non si può più tornare indietro. E’ la regola del ciclo e non può essere infranta.”

L’opera è narrata in prima persona da Massimiliano che si serve dell’ironia per parlare di tematiche a noi contemporanee e di grande spessore sociale quali: la questione del Sud Italia dal quale i giovani sono costretti a emigrare per trovare lavoro, la crisi economica e, soprattutto, la dipendenza dalle sostanze stupefacenti.

La vita di Massimiliano e dei suoi amici scorre parallelamente con l’uso di queste sostanza, le quali, provate precocemente per pura curiosità, divengono insostituibili compagne di vita. Lo sballo e le allucinazioni permettono di accettare i ritmi delle esistenze moderne.

L’autore si serve di uno stile leggero e diretto che permette di nascondere il dolore e la sofferenza dietro la comicità. L’effetto della “Brother”, l’erba realizzata dall’allegra combriccola, è temporaneo, una piccola evasione dalla vita vera. Saranno i protagonisti a dover galleggiare in questo mare in continua tempesta.

Il lettore si sente costantemente parte delle vicende narrate. Ride e soffre assieme a Massimiliano e si lascia guidare dalla sua esperienza, dai suoi eccentrici incontri e dai grandi imprevisti sino all’inatteso finale.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...