LETTI A GIUGNO 2020

Salve lettori, eccoci giunti a luglio, il mese centrale dell’estate, quello nel quale si alternano giornate di lavoro o di studio ai momenti di relax in spiaggia. Prima di farci catapultare dalla nuova routine estiva, riepiloghiamo le letture che mi hanno tenuta compagnia durante il mese di giugno.

·         Prima lettura del mese è stata L’ultima storia di John Grisham, edito Mondadori. È stato il primo romanzo che ho letto di questo autore nonostante ne avessi sempre sentito parlare in maniera positiva, per questo sono stata felicissima di aver avuto la possibilità di partecipare al review party. L’ultima storia sviluppa una trama interessante, ricca di colpi di scena ad alto tasso di coinvolgimento emotivo. Valutazione: 5/5;

·         Ho voluto poi cimentarmi con un’opera di non fiction: Solo io posso scrivere la mia storia di Oriana Fallaci, edito Bur/Rizzoli. L’opera raccoglie testi editi e inediti che contribuiscono a fornire al lettore un ritratto a trecentosessanta della celebre giornalista soprattutto per quanto riguarda la sfera personale. Valutazione: 5/5;

·         Ho poi letto un romanzo emotivamente difficile: Un amore virtuale di Tracie Podger, edito Hope edizioni. Si tratta di un’opera incentrata sulla riscoperta di sé. Attraverso le vicissitudini della protagonista, una donna quarantacinquenne, il lettore diviene parte attiva di un percorso psicologico complesso. Valutazione: 3.5/5;

·         Per la rubrica “Tu leggi? Io scelgo!” ho letto Tempi duri per i romantici di Tommaso Fusari, edito Mondadori. Incontrarsi da bambini e ritrovarsi da adulti ha un sapore e un destino strani per Stefano e Alice. Confesso di essere rimasta parecchio spiazzata da questa lettura. Valutazione: 4/5;

·         Ho poi optato per un’altra opera di non fiction: Posto, taggo dunque sono? di Angelo Romeo, edito Mimesis. L’opera si prefigge di analizzare il fenomeno della diffusione dei social network da un punto di vista sociologico. Purtroppo, però, la lettura si è rivelata piuttosto ostica. Valutazione: 2/5;

·         Grande delusione del mese è stata Esprimi un desiderio, anzi tre di Liane Moriarty, edito Mondadori. Incuriosita dalla trama, sono stata molto felice di poter partecipare al review party, tuttavia quella che sembrava essere una commedia romantica si è rivelato un lungo elenco di problematiche familiari. Purtroppo non mi ha coinvolta. Valutazione: 1/5;

·         Lettura piacevole è stata La promessa – Brooke&George di Elizabeth Giulia Grey, Autopubblicato dall’autrice. Secondo volume della duologia che vede protagoniste le due amiche Emily e Brooke e la loro audace scommessa, è stata una ventata di aria fresca che mi ha regalato piacevoli ore di evasione. Valutazione: 4/5;

·         Ultima lettura del mese è stata Vieni e cambiami la vita di Asia Pichierri, edito dalla casa editrice Golem. Romanzo di esordio dell’autrice si è rivelato una lettura piacevole, ma, a mio parere, poiché la narrazione risulta un po’ troppo veloce, si perde il brio proprio di un romance. Valutazione: 3/5.

TOTALE LIBRI LETTI: 8

Bene lettori, per oggi è tutto. La rubrica “Letti nel mese” tornerà puntuale il prossimo 1 agosto 🙂

LETTI A MAGGIO 2020

Salve lettori, sembra incredibile ma è appena arrivato giugno, il mese che segnerà l’inizio dell’estate. Prima di dedicarci alla routine estiva che, quest’anno, sarà indubbiamente inedita, riepiloghiamo insieme le letture che mi hanno tenuto compagnia durante il mese di maggio.

Prima lettura del mese è stata L’isola dei senza memoria di Yoko Ogawa, edito Il Saggiatore. Si tratta di un romanzo molto forte nel quale si affronta la tematica della perdita sotto forma della scomparsa di oggetti del quotidiano. Valutazione:3.5/5;

Ho poi partecipato al review party di Ink – una storia d’amore tra la Settima e la Main di Elizabeth Hunter, edito Hope edizioni. Tema fondamentale è l’inchiostro interpretato in forma concreta e astratta attraverso le professioni dei due protagonisti (tatuatore lui e libraia lei). Due mondi apparentemente diversi che trovano il loro punto di collisione. Valutazione: 4/5;

Per la rubrica “Tu leggi? Io scelgo!” ho letto La donna dei miei sogni di Nicolas Barreau, edito Feltrinelli. Si tratta del romanzo di esordio dello scrittore nel quale narra le vicissitudini di un libraio e di una misteriosa fanciulla incontrata in un bar. Valutazione: 3.5/5;

Ho proseguito con Una mummia nell’armadio di H. Joking, edito Triskell edizioni. Romanzo young adult con elementi fantasy si focalizza sull’incontro impossibile tra una ragazzina di oggi e una mummia dell’antico Egitto che diverte il lettore e allo stesso tempo trasmette aneddoti sulla società del tempo. Valutazione: 4/5;

Ho poi optato per un grande classico Piccole donne di Louisa May Alcott, edito RBA. Se da un lato la trama di questo celebre romanzo è nota a tutti, ciò che probabilmente a volte si tende a trascurare è il rapporto umano che si crea tra le donne March, un mondo matriarcale inserito in un contesto socio-culturale nel quale le donne erano relegate a un ruolo marginale. Valutazione: 5/5;

Lettura leggera e divertente è stata La scommessa – Emily&Mike di Elizabeth Giulia Grey, Autopubblicato dall’autrice. Una commedia romantica spassosa e originale incentrata su un uomo abituato ad avere tutte le donne che desidera e una giovane convinta che sia il cervello il vero punto di forza. Valutazione: 4/5;

Una piacevole scoperta è stata Cercando Virginia di Elisabetta Bricca, edito Garzanti. Una storia nella quale si cade e ci si rialza, il racconto di un percorso che porta alla scoperta di sé e alla propria indipendenza nel segno di Virginia Woolf. Valutazione: 5/5;

Ultima lettura del mese è stata la biografia dedicata a Coco Chanel di Viviana Ponchia, edita Gremese. Con uno stile semplice e scorrevole l’autrice narra vizi e virtù della celebre stilista divenuta un’icona di stile e un personaggio a tutti gli effetti. Valutazione: 4/5.

TOTALE LIBRI LETTI: 8

Bene lettori, per oggi è tutto. La rubrica “Letti nel mese” tornerà puntuale il prossimo 1 luglio 🙂