LETTI A MAGGIO 2021

Salve lettori, eccoci giunti a giugno, il mese che darà inizio alla stagione estiva. Prima di tirare fuori dall’armadio i costumi da bagno, riepiloghiamo insieme le letture che mi hanno tenuto compagnia durante lo scorso maggio.

  • Prima lettura del mese, della quale ho partecipato al review party, è stata Bugiarde si diventa di Felicia Kingsley, edito Newton Compton. Questa commedia romantica non solo mi ha divertita ma mi ha permesso anche di riflettere sul ruolo delle apparenze nella nostra società nonché sull’importanza della famiglia e dell’amicizia. Valutazione: 4/5;
  • Ho poi letto un classico: Orlando di Virginia Woolf, la mia edizione è edita Newton Compton editori. Sicuramente complesso dal punto di vista tematico, la biografia romanzata si presenta come un testo davvero ben scritto e strutturato con una prosa impeccabile. Valutazione: 4/5;
  • Ho proseguito con un romanzo storico: Tre sorelle, tre regine di Philippa Gregory, edito Sperling&Kupfer. Il romanzo si focalizza su tre figure femminili di epoca Tudor: Isabella d’Aragona, Margaret e Mary, sorelle del futuro re Enrico VIII. Ho apprezzato la scelta di dar voce alle donne e a Margaret in particolare che tradizionalmente non trova largo spazio nei libri di storia. Valutazione: 4.5/5;
  • Delusione del mese è stata Un uomo a pezzi di Francesco Muzzopappa, edito Fazi editore. Si tratta di una raccolta di racconti e aneddoti, presentati in chiave ironica, sulla vita dell’autore nonché protagonista, pugliese trapiantato a Milano. Purtroppo non sono riuscita a essere coinvolta dalla narrazione, al di là dei meri sorrisi suscitati sul momento, l’opera non mi ha lasciato nulla. Valutazione: 2/5;
  • Per il quarto appuntamento con l’I love shopping GDL ho letto I love shopping con mia sorella di Sophie Kinsella, edito Mondadori. La vita di Becky è ora sconvolta dalla scoperta di avere una sorellastra, la quale è letteralmente il suo opposto. Valutazione: 4/5;
  • Una piacevole scoperta si è rivelato Una questione di cuore di Karen Swan, edito Newton Compton editori. Il romanzo ruota attorno a due donne: Francesca, inglese che lavora a Roma come guida turistica, ed Elena, ricca esponente della città che conta. Le loro vicende si intrecciano grazie a un incontro fortuito che permetterà di scoprire dettagli importanti sulla vita di Elena. Valutazione: 5/5;
  • Ultima lettura del mese è stata Mia cara Jane, le lettere mai scritte di Amalia Frontali, autopubblicato dall’autrice. Si tratta di un romanzo epistorale nel quale l’autrice, unendo realtà e immaginazione, sviluppa una corrispondenza tra Thomas Langlois Lefroy e la celebre scrittrice. Valutazione: 3/5

TOTALE LIBRI LETTI: 7

Bene lettori, per oggi è tutto. La rubrica “Letti nel mese” tornerà puntuale il prossimo 1 luglio 🙂

LETTI AD APRILE 2021

Salve lettori, eccoci giunti già a maggio, il mese che vedrà il cambio di stagione nei nostri armadi e le giornate farsi sempre più luminose. Come di consueto, riepiloghiamo insieme le letture che mi hanno tenuto compagnia durante il mese appena trascorso.

  • Prima lettura di aprile è stata Fuoco è tutto ciò che siamo di Guido Saraceni, edito Sperling & Kupfer. Il romanzo – che si svolge durante una sola giornata – si concentra sul rapporto tra un professore e un giovane allievo diverso dalla maggior parte dei suoi coetanei. Si è rivelata una lettura davvero interessante poiché mette in scena una scuola realmente empatica. Valutazione: 5/5;
  • Ho poi concluso la serie “Le favole incompiute” con La regina di Athelia di Aya Ling, edito Hope edizioni. In questo ultimo capitolo vediamo Kat nelle vesti di moglie e madre, continuamente scissa tra doveri di moglie e di madre. Purtroppo non mi ha coinvolta come i precedenti volumi, anzi l’ho trovato piuttosto ripetitivo. Valutazione: 3/5;
  • Ho proseguito con Benedetto sia il padre di Rosa Ventrella, edito Mondadori. Una donna e suo padre a distanza di anni sono posti nuovamente faccia a faccia tra ricordi di violenza in famiglia e speranza per il futuro. Valutazione: 4/5;
  • Prima delusione del mese è stata Ti chiamo sul fisso di Rainbow Rowell, edito Piemme. Volevo leggere questo romanzo da anni poiché ero rimasta affascinata dalla trama, tuttavia ha deluso le mie aspettative poiché non sono riuscita a instaurare empatia coi personaggi a causa della non linearità della narrazione. Valutazione: 2.5/5;
  • In occasione del terzo appuntamento con l’I love shopping GDL, ho letto I love shopping in bianco di Sophie Kinsella, edito Mondadori. In questo terzo capitolo della serie, Becky è alle prese con l’organizzazione delle sue nozze e con numerosi problemi a esse connesse. Inoltre si ha finalmente la possibilità di conoscere meglio Luke e la sua storia. Valutazione: 4/5;
  • Lettura originale è stata Il cuore indocile. Come amare Alessandro Manzoni ai tempi della trap di Andrea Maggi, edito Piemme. Manzoni non viene presentato come un autore da studiare ma come un uomo con una propria psicologia e sentimenti che riesce a essere attuale anche nella società odierna. Valutazione: 4/5;
  • Ho poi partecipato al review party di Quando è l’amore a tradire di Barbara Nalin, Autopubblicato dall’autrice. Il romanzo segue la vicenda di un gruppo di quattro amiche molto diverse tra loro e, in particolare, indaga sul sentimento del tradimento declinato sia nel senso di tradimento amoroso sia nel senso di tradimento nei confronti di se stessi. Valutazione: 3.5/5;
  • Ultima lettura del mese e grandissima delusione è stata L’amore di Maurizio Maggiani, edito Feltrinelli. Si tratta di un romanzo impostato come un lungo flusso di coscienza da parte de lo sposo, il quale, durante l’arco di una giornata, compiendo le normali azioni quotidiane, riflette sulla sua concezione dell’amore, sugli incontri e sul percorso che ha dovuto compiere per imparare a dire “Ti amo”. Purtroppo lo stile non mi ha convinta, non è riuscito a coinvolgermi. Valutazione: 1/5.

TOTALE LIBRI LETTI: 8

Bene lettori, per oggi è tutto. La rubrica “Letti nel mese” tornerà puntuale il prossimo 1 giugno 🙂