RECENSIONE DI…”SU E GIÙ PER MANHATTAN” DI SARAH MORGAN

Salve lettori, puntuale come ogni mese torna l’appuntamento con il domino letterario.

20245598_10213674773568601_378432032117292534_n

Ho scelto “Su e giù per Manhattan” di Sarah Morgan (Harper Collins), primo volume della serie “Da Manhattan con amore”.

 https://images-na.ssl-images-amazon.com/images/I/71z9uK9vqvL.jpg

Paige, Frankie ed Eva sono un trio inseparabile. Cresciute a Puffin Island hanno raggiunto il successo a New York lavorando presso la Star Events, un’agenzia che si occupa di organizzare eventi. Tuttavia proprio quando la loro vita sembrava aver raggiunto un equilibrio stabile, le tre vengono licenziate in tronco. Paige allora decide di prendere in mano la situazione, mettendosi in proprio. Partire da zero e farsi conoscere è una missione difficile specie se a darle una mano è Jake Romano, il migliore amico di suo fratello del quale è innamorata sin da quando era una teenager.

“L’amore è un dono, Jake. Forse il più prezioso di tutti. Non puoi comprarlo. Non puoi produrlo a comando. Non puoi accenderlo e spegnerlo.”

Dopo aver apprezzato il prequel che vi consiglio di leggere per poter comprendere meglio alcuni riferimenti narrativi (recensione QUI ), mi sono buttata a capofitto nel primo volume della serie certa di non restare delusa. E così è stato.

Sono molteplici gli elementi che rendono i romanzi di Sarah Morgan inconfondibili: il focalizzarsi sulle vicende e psicologie dei singoli personaggi; il ruolo della famiglia sempre presente nelle vite dei protagonisti, l’importanza dell’amicizia e dell’amore come motori dell’esistenza.

Sin da quando era piccola, Paige ha vissuto sempre circondata dalla protezione di amici e familiari, ora che è cresciuta e che ha superato i problemi che l’affliggevano, vuole dimostrare di essere in grado di badare a se stessa. Partire da zero e intraprendere un percorso lavorativo tutto in salita è una sfida tra se stessa e il mondo. Paige non si abbatte mai, è una vera combattente, determinata, sempre pronta a infondere ottimismo e a celare i brutti pensieri dietro un sorriso.

Jake Romano ha raggiunto grandi traguardi partendo dal basso e compiendo una scalata sociale di tutto rispetto. Con un difficile passato familiare alle spalle, è dovuto crescere in fretta e formare da solo la sua personalità. Uomo in carriera di bell’aspetto dotato di uno spiccato senso per gli affari, ha sviluppato un vero e proprio blocco nei confronti dell’amore, motivo per il quale le sue relazioni non sono mai basate sul coinvolgimento affettivo. La razionalità, però, è destinata a essere messa a dura prova quando la sua strada incrocerà quella di Paige, portandolo man mano a scoprire lati di sé che non aveva mai considerato.

Come in tutti i romanzi dell’autrice lo stile è fluido, diretto, molto dialogato e ben si amalgamano descrizioni e narrazione. È impossibile non sentirsi coinvolti dalla vicenda, il lettore viene trascinato dal ritmo narrativo serrato e dagli stati d’animo dei protagonisti.

Un romanzo dolce, ricco di emozioni. Una storia di cadute e risalite. Una lettura da gustare dalla prima all’ultima pagina.

Io attendo con ansia l’uscita del secondo volume della serie e voi?

5stelle

ACQUISTA Su e giù per Manhattan (Da Manhattan con amore Vol. 1)

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂

RECENSIONE DI… “TUTTA COLPA DI QUEL BACIO” DI CASSANDRA ROCCA

Salve lettori, benvenuti nel forno a grill! Qui da me si sfiorano i 40° e l’aria è davvero irrespirabile, fortuna che c’è la lettura a tenere la mente impegnata. Questa sera sono qui per parlarvi di un romanzo di un’autrice italiana che ho divorato in pochissimi giorni al mare, luogo adattissimo considerata buona parte della sua ambientazione. Mi riferisco a “Tutta colpa di quel bacio” di Cassandra Rocca (Newton Compton editori). Ringrazio la casa editrice per avermi inviato una copia ebook.

 https://images-na.ssl-images-amazon.com/images/I/71CFWeJxWWL.jpg

Emily dopo aver lasciato Londra, si è trasferita a New York dove lavora presso un’agenzia che si occupa di organizzare eventi. È tornata single da poco, precisamente da quando Steve, il suo ex, l’ha abbandonata alla vigilia delle nozze. Il suo equilibrio precario viene nuovamente scosso quando Matthew Cohen, proprietario di una linea di navi da crociera, si lavora alla sua agenzia per organizzare la prima traversata di una nuova nave. Emily conosce bene quell’uomo. Si tratta di Matt, suo amico d’infanzia nonché prima cotta adolescenziale. Approfittando del periodo di san Valentino, Emily organizza una crociera per innamorati diretta ai Caraibi. Il suo compito sarebbe concluso se non fosse che Matt ha deciso che a bordo dovrà salire anche lei.

“Un uomo, naturalmente. La seccatura numero uno nella vita di una donna.”

Una sorta di “Love boat”, la festa dell’amore per eccellenza e una donna che ha smesso di credere nei dolci sentimenti. Sono questi gli elementi cardini del romanzo, un romance con tinte talora comiche.

Emily ha scelto di contare solo su se stessa. nella sua vita Non c’è posto per gli altri, fatta eccezione per un gattino a tre zampe. Il suo cuore è chiuso a doppia mandata e rivedere Matt le provoca una sorpresa scioccante. Ammettiamolo: non è mai piacevole rivedere la persona che ti ha rifilato un due di picche ed è ancora meno piacevole rivedere la persona che ti ha rifilato il primo due di picche della tua “carriera” sentimentale.

Matt, uomo di bell’aspetto, dal ricco conto in banca, per il quale le donne sono pronte a fare follie, ama i rapporti poco impegnativi e nella sua lista di obiettivi non vi sono certamente né accasarsi né mettere su famiglia.

La lunga traversata di dieci giorni a bordo di un’immensa nave dotata di tutti i comfort permette loro di ritrovarsi e fronteggiando emergenze e sorprese di ogni tipo di riscoprirsi, di mettersi a nudo rinunciando alle maschere dietro alle quali si sono abilmente trincerati.

Emily e Matt riprendono un discorso mai realmente interrotto e insieme, giorno dopo giorno, crescono e si completano fino a diventare, psicologicamente parlando, totalmente diversi dagli individui di inizio traversata.

L’autrice si serve di uno stile diretto e scorrevole capace di coinvolgere il lettore, in modo particolare durante i giorni a bordo.

Un romanzo sicuramente di piacevole lettura e nel complesso ben costruito. Un’opera che celebra la potenza del primo amore.

3stelle

ACQUISTA Tutta colpa di quel bacio

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂