RECENSIONE DI… “BUGIARDE SI DIVENTA” DI FELICIA KINGSLEY

Salve lettori, quest’oggi il blog ospita il review party dedicato al nuovo romanzo di Felicia Kingsley “Bugiarde si diventa” (Newton Compton editori). Ringrazio la casa editrice per avermi coinvolta in questa iniziativa e per avermi inviato una copia ebook.

Charlotte Taylor è sempre stata una brava ragazza. Ha quasi trent’anni, lavora come architetto, ha una relazione stabile e una vita priva di eccessi, ma cosa ha ottenuto in cambio? Il suo fidanzato la tradisce da tempo, il lavoro precipita, l’autostima è sottoterra e persino la serata di Capodanno si preannuncia di una noia totale. Grazie all’influenza della migliore amica Jerry, Charlotte si lascia convincere a partecipare a una festa esclusiva fingendo di essere Bea Beaufort, ricca ereditiera. D’altronde cosa c’è di male a fingere di essere qualcun altro per una sera? Peccato che Charlotte si ritroverà a essere intrappolata nei panni di Bea anche nei mesi a seguire a causa di alcuni equivoci nei quali, suo malgrado, si ritroverà intrappolata. E se a complicare ancora di più la situazione ci fosse un misterioso e intrigante sconosciuto destinato a sconvolgere la sua tranquilla esistenza?

“Se è vero che le bugie hanno le gambe corte io dovrei camminare con il culo.”

Poter essere qualcun altro è il desiderio di molti. Si è un po’ tutti curiosi di scoprire come fosse la propria vita se si vivesse un’esistenza totalmente diversa, all’opposto di quella di tutti i giorni.

Charlotte è cresciuta in una famiglia di normali lavoratori. Ha imparato a fare sacrifici, a impegnarsi al massimo per ottenere i risultati, a credere nei valori semplici, ad avere fiducia nell’amore, a essere altruista. Quando però la tua vita inizia a starti stretta, evadere è la soluzione e così dopo aver sperimentato il peso della delusione Charlotte prova a lanciarsi in un innocente gioco. La sua alter ego è il suo opposto: frivola, annoiata dalle lunghe giornate di ozio, attenta all’abbigliamento e al trucco, abituata a frequentare posti stellati. Charlotte diviene un tutt’uno con Bea tanto da riuscire a seppellire (almeno in apparenza) la sua vera se stessa.

Ci sono incontri destinati a sconvolgere e quello che capita alla nostra protagonista è uno di questi nel vero senso della parola. L’autrice è abile nel creare situazioni complicate, dove il peso della falsa identità diviene ogni giorno più gravoso, senza mai perdere l’ironia che contraddistingue ogni pagina del romanzo. Il protagonista maschile riesce a catturare da subito l’attenzione con i suoi modi di agire che colpiscono dritto nel segno e rendono Charlotte/Bea sempre più confusa, continuamente scissa tra i suoi sentimenti e il gioco “perverso” nel quale è finita.

Lo stile della prosa è semplice, fluido e brioso. Con leggerezza l’autrice riesce ad affrontare tematiche importanti quali, a esempio, il ruolo delle apparenze e il senso della famiglia e dell’amicizia, riuscendo a coinvolgere il lettore nelle vicissitudini della protagonista divertendolo e “istruendolo” sugli effetti delle bugie.

Un romanzo piacevole e scorrevole. Una lettura con una protagonista alla quale è impossibile non affezionarsi.

ACQUISTA

Bugiarde si diventa

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂

RECENSIONE DI… “PRIMA REGOLA: NON INNAMORARSI” DI FELICIA KINGSLEY

Salve lettori, dopo un anno siamo di nuovo in zona rossa. Quest’oggi, per risollevare il morale, ho pensato di parlarvi di un romanzo divertente che permette di spostarsi di qui e di là, almeno con la fantasia. Mi riferisco a “Prima regola: non innamorarsi” di Felicia Kingsley (Newton Compton editori). Ringrazio la casa editrice per avermi inviato una copia ebook.

Silvye ha ventisette anni, ama le lingue straniere e da sempre desidera di diventare un’insegnante. Peccato che le cose per lei siano andate diversamente e, proprio come sua madre, è diventata una truffatrice, nota nell’ambiente con il soprannome “Gazza ladra”. Nick Montecristo, il “Chirurgo”, genio dell’arte dal fascino indiscutibile, è anch’egli un ladro, uno di quelli precisi, attento ai dettagli. I due si ritroveranno ingaggiati da un ricco collezionista e diverranno protagonisti di una caccia al tesoro pericolosa e originale. L’unica regola che si impongono è quella di non innamorarsi.

“«Sei un imprevisto e io detesto gli imprevisti». «E tu sei uno che programma tutto, vero?» «In ogni dettaglio». «Che noia», sbuffa. «Siamo due persone troppo diverse per lavorare insieme, soprattutto su un caso delicato come questo, basato più sull’osservazione che sull’azione».”

Immaginate una mappa con indizi, luoghi e deduzioni da compiere. A questo aggiungete due protagonisti con dei caratteri particolari e condite il tutto con una buona dose di adrenalina. Ecco, avete ottenuto l’originale struttura di questo romanzo.

Silvye e Nick sono diversi come il giorno e la notte. Combinaguai lei, precisino lui. Chiacchierona lei, di poche parole lui. Sempre tra gli imprevisti lei, calcolatore lui. Lavorare insieme non sarà affatto facile, specie se i trascorsi non giocano a loro favore.

Silvye è una giovane donna di bell’aspetto che è divenuta una ladra per aiutare la madre. Probabilmente non è nemmeno così portata per questa “carriera”, ma, quando ha un affare tra le mani, è pronta a metterci tutta se stessa.

Nick è divenuto un ladro per necessità. È tanto abile nel lavoro quanto schivo nella vita privata. Non ama aprirsi, non vuole una relazione, preferisce costruirsi la propria esistenza da sé senza avere troppe complicazioni. Attento e preciso è uno dei ladri più quotati nel settore. Il caso per lui non esiste, tutto può essere accuratamente studiato e pianificato e, soprattutto, non ama dividere con nessuno.

Quando le strade dei due si incrociano, lo sbigottimento lascia il posto al senso del dovere. Portare a segno un colpo importante – qual è il ritrovare il tesoro di Casanova – è l’unico obiettivo, il resto non conta. Pagina dopo pagina si assiste allo “svelamento” dei protagonisti. Man mano che i giorni passano iniziano a conoscersi meglio, a scoprire lati di sé che probabilmente non avevano mai davvero considerato, a riflettere su quella che è la loro vita.

Il romanzo ha una struttura dinamica. Le vicende spaziano da un viaggio sull’Orient Express fino alle calli veneziane passando per palazzi, basiliche e canali della Serenissima per poi giungere a Vienna e Monte Carlo. La narrazione, presentata attraverso il duplice punto di vista dei protagonisti, presenta uno stile fresco, brioso e accattivante. Numerose sono le digressioni storiche e architettoniche che rendono ancor più piacevole la lettura e il ritmo serrato tiene il lettore col fiato sospeso.

Un romanzo che unisce al chick lit l’azione e il mistero. Una lettura travolgente e adrenalinica.

ACQUISTA

Prima regola: non innamorarsi

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂