RECENSIONE DI… “OGNI VOLTA NOI” DI JOSIE SILVER

Salve lettori, credete al colpo di fulmine oppure appartenente al team della razionalità sempre e comunque? Vi ho posto questa domanda perché il romanzo del quale sto per parlarvi è incentrato proprio sull’amore che arriva all’improvviso. Mi riferisco a “Ogni volta noi” di Josie Silver (Garzanti). Ringrazio la casa editrice per avermi inviato una copia ebook.

Ogni giorno la giovane Laurie sale su un autobus per spostarsi da una punta all’altra di Londra. Durante il tragitto ama guardare la città dal finestrino e sarà così che un giorno noterà un ragazzo fermo per strada. per Laurie questo è un vero e proprio colpo di fulmine, ma, nonostante ci provi, non riesce più a ritrovare il misterioso giovane. Un anno dopo Sarah, la sua migliore amica, le presenta il suo nuovo fidanzato, Jack. L’incredulità di Laurie è indescrivibile quando dinanzi ai suoi occhi apparirà la persona che ha cercato per giorni interi.

“D’ora in poi, se qualcuno mi chiederà se mi sono mai innamorata al primo sguardo, dirò di si: per uno splendido minuto del 21 dicembre 2008.”

Può uno sguardo cambiare il corso di un’esistenza? Leggendo questo romanzo la risposta non può che essere affermativa.

Laurie è una giovane donna che sogna di lavorare in un’importante rivista, si accontenta di piccoli lavoretti per sbarcare il lunario e crede fortemente nell’amicizia e nella famiglia. Non ha ancora avuto modo d’incontrare il suo principe azzurro e per questo quando “conosce” il ragazzo misterioso ne parla continuamente, come se fosse un’adolescente alla prima cotta. Leale, tenera e dotata di immensa dolcezza, Laurie è pronta a mettere da parte se stessa e la propria felicità pur di non rinunciare a Sarah, la sua migliore amica, la quale è il suo esatto opposto: chiassosa, festaiola, incline alle relazioni.

La loro amicizia è a dir poco invidiabile. Basta poco per capirsi, per spalleggiarsi, per ridere e piangere insieme. È una di quelle amicizie che difficilmente si riesce a instaurare e, soprattutto, a conservare nel tempo.

Dall’altro lato vi è Jack con il suo essere allegro, dolce, premuroso. Sa incarnare il fidanzato perfetto, attento ai bisogni della sua donna, eppure, nonostante tutto, anche lui non riesce a mantenersi indifferente nei confronti di Laurie, una persona costretta a rimanere nella sfera dell’amicizia quando desidererebbe farla diventare qualcosa in più.

La vicenda narrativa – che occupa un arco temporale piuttosto ampio, ben nove anni, dal 2008 al 2017 – è presentata attraverso l’alternanza dei punti di vista dei personaggi principali. Lo stile della prosa semplice, fluido e discorsivo permette al lettore di immedesimarsi nella vicenda e di cogliere la crescita dei protagonisti.

Un romanzo ricco di dolcezza. Una lettura che parla d’amore, quello impossibile reso possibile.

ACQUISTA

Ogni volta noi

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂

RECENSIONE DI… “LA BIBLIOTECA DEI GIUSTI CONSIGLI” DI SARA NISHA ADAMS

Salve lettori, questo pomeriggio sono qui per parlarvi di un romanzo che ho letteralmente adorato. Mi riferisco a “La biblioteca dei giusti consigli” di Sara Nisha Adams (Garzanti). Ringrazio la casa editrice per avermi inviato una copia ebook.

Aleisha è un’adolescente inquieta che ha abbandonato la lettura da quando si è resa conto che la realtà è ben diversa da quanto raccontato nei romanzi. Mukesh ha da poco perso la moglie, subisce la pressione delle figlie e vorrebbe tanto recuperare il rapporto con la nipotina Prya, grandissima lettrice. Il destino farà incontrare i due protagonisti proprio dove mai avrebbero immaginato: Aleisha, infatti, ha accettato un lavoretto estivo presso la biblioteca di quartiere ed è proprio qui che giungerà Mukesh per chiedere alla giovane dei consigli di lettura. Aleisha, non sapendo cosa rispondere, si rifà a una vecchia lista trovata per caso, il suo stupore sarà enorme quando l’uomo tornerà da lei per commentare le letture. È arrivato, per lei, il momento di rituffarsi negli universi di carta.

“A volte i libri ci portano via per un po’ e ci restituiscono al nostro posto con una nuova prospettiva.”

I libri possono avere un potere terapeutico? La risposta a questa domanda è affermativa. I romanzi hanno il magico potere di far evadere il lettore, di trasportarlo in un universo nel quale i problemi reali vengono momentaneamente messi da parte, di regalargli nuovi amici dai quali tornare nei momenti di difficoltà.

I due protagonisti di questo romanzo devono ritrovare la fiducia in questo mondo di parole. Aleisha è stata costretta a crescere in fretta da quando il padre è andato via di casa lasciando lei e il fratello a occuparsi della madre con problemi mentali. La giovane non ha una vita sociale né la spensieratezza propria della sua età, vede il lavoro in biblioteca come una costrizione, eppure è proprio la biblioteca a rappresentare il suo luogo di evasione. Mukesh è solo con i problemi tipici della sua età e il desiderio di recuperare con i suoi familiari. Non ha mai avuto un buon rapporto con i libri, non si è mai realmente appassionato alla lettura che rappresentava, invece, l’hobby della moglie ormai defunta.

Incontrarsi per i due rappresenta la possibilità di salvarsi reciprocamente. Faranno l’uno un passo verso l’altra mentre le storie nelle quali s’immergono fanno da sfondo alle confidenze e all’amicizia che giorno dopo giorno diviene sempre più importante. Fidarsi, ammettere i propri timori, non aver paura di chiedere aiuto: sono questi i nuovi cardini sui quali si fonderanno le esistenze di Aleisha e Mukesh.

Lo stile della prosa è semplice, scorrevole e delicato. Il romanzo, curato nei dettagli e dalla struttura narrativa perfettamente costruita, sa appassionare il lettore, il quale si ritrova dal primo momento pienamente coinvolto dalle vicissitudini dei protagonisti.

Un romanzo dolce ed emozionante. Una lettura che sa lasciare il segno.

ACQUISTA

La biblioteca dei giusti consigli

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂