RECENSIONE DI… “UN’INDIMENTICABILE FESTA DI COMPLEANNO” DI ROISIN MEANEY

Salve lettori, che rapporto avete con le trame ingarbugliate? Vi ho posto questa domanda perché il romanzo del quale sto per parlarvi è un degno rappresentante di questa categoria. Mi riferisco a “Un’indimenticabile festa di compleanno” di Roisin Meaney (Newton Compton editori). Ringrazio la casa editrice per avermi inviato una copia ebook.

Nella piccola isola irlandese di Roone tutti si conoscono. Per questo motivo la festa per i settant’anni del proprietario dell’hotel locale sarà considerato un evento importantissimo al quale tutti parteciperanno e che necessita di una lunga preparazione nei dettagli. L’isola, però, non è solo culla di festeggiamenti ma anche di situazioni più o meno complesse che coinvolgono diverse figure femminili tutte interconnesse tra di loro.

“C’era qualcosa di più. Era come se riuscisse a percepire gli spruzzi d’acqua salata sollevati da ogni refolo di vento, come se potesse respirare l’aria pulita, salmastra, che permeava ogni angolo dell’isola. La musica profonda e melodiosa del mare nella baia faceva da sottofondo ai suoi pensieri, le grida acute dei gabbiani nel cielo irrompevano nei momenti di inattività. Una volta che ti era entrata dentro, era difficile dimenticarsi di Roone.”

Un’isola geograficamente è considerata una realtà circoscritta e lo è, ovviamente, anche per quanto riguarda la sua popolazione. La convivenza, talora, non è semplice e l’eco degli eventi ha, senza dubbio, una portata maggiore rispetto a un territorio più esteso.

Il romanzo – ambientato nell’arco dei tre mesi estivi – segue le vicende di Imelda, da poco vedova ancora alle prese con l’elaborazione del lutto; Laura, moglie e madre, alle prese con i tanti segreti da custodire; Susan, madre di un bambino piccolo, in piena crisi coniugale; Eve che da sola dovrà affrontare una gravidanza non prevista e Tilly, innamorata del suo fidanzato che vede solo una volta l’anno.

Si tratta di donne molto diverse tra loro sia per fascia d’età sia per indole, eppure accomunate dall’essere costantemente messe alla prova. Debolezza e coraggio si fronteggiano continuamente, per ogni caduta vi è una risalita e nonostante le incomprensioni regna in ognuna di loro il desiderio di tornare a essere una comunità unita, seppellendo i dissapori.

Tra le pagine sono affrontati numerosi temi quali il lutto, la malattia, i problemi psicologici, la voglia di riscattarsi. Lo stile della prosa è lineare, la narrazione avviene in terza persona alternando i diversi punti di vista e il coinvolgimento emotivo da parte del lettore è pressoché costante, personalmente ho trovato qualche piccola difficoltà all’inizio nel seguire le vicissitudini delle tante protagoniste.

Un romanzo semplice ed efficace. Una lettura piacevole che porterà, inevitabilmente, a simpatizzare per l’una o l’altra donna.

ACQUISTA

Un’indimenticabile festa di compleanno

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂

RECENSIONE DI… “UNA QUESTIONE DI CUORE” DI KAREN SWAN

Salve lettori, avete presente quando terminate la lettura di un libro e siete particolarmente felici di averlo letto? Ecco, è quello che è accaduto a me col romanzo del quale sto per parlarvi. Mi riferisco a “Una questione di cuore” di Karen Swan (Newton Compton editori). Ringrazio la casa editrice per avermi inviato una copia ebook.

Francesca Hackett dopo aver lasciato l’Inghilterra e la sua professione di avvocato si è stabilita a Roma dove lavora come guida turistica. Una sera ritrova in un cassonetto una elegante borsetta che appartiene a Elena dei Damiani Pignatelli della Mirandola, nota come “La principessa”. Quando si reca presso la residenza della donna per restituirle la borsetta, Francesca non sa ancora che le loro strade saranno destinate a incrociarsi e che avrà un ruolo di primo piano nel riportare a galla segreti a lungo celati.

“Le sembrava di aver bisogno di una scorta di energia solo per poter attraversare quelle sale, un senso di storia ineludibile intrappolata tra i muri; di un passato che influenzava ancora pesantemente il presente; di un mondo costruito su segreti e bugie.”

Sin dalle primissime pagine del romanzo si viene immediatamente catapultati nelle atmosfere ricche di eventi e di “non detti”.

Francesca ed Elena sono due donne diversissime che vivono vite agli antipodi: costretta a sbarcare il lunario la prima, privilegiata dalla nascita la seconda. Francesca si è rifugiata a Roma dove sta ricostruendo la sua esistenza partendo da zero. Appassionata di scrittura, cura un blog nel quale racconta le sue avventure romane e trascorre le serate in compagnia degli amici. Elena, donna che nasconde la fragilità dietro l’immagine che dà di sé, ha alle spalle giorni vissuti intensamente: si è sposata quattro volte, vive in un palazzo immenso, partecipa a feste esclusive ed è considerata un autentico personaggio di spicco della Capitale. Luci e ombre sono gli elementi portanti della sua personalità e stupisce non poco la sua decisione di voler affidare a una biografia le sue memorie. Il ruolo di Francesca sarà quello di divenire custode dei suoi ricordi e di metterli su carta, tuttavia il percorso che attende le due sarà irto di ostacoli e colmo di colpi di scena.

Le vicende sono presentate attraverso un duplice piano temporale: il 2017, anno nel quale avviene l’incontro tra le due donne, e un arco di tempo lungo circa quarant’anni che ripercorre la vita di Elena attraverso il racconto degli avvenimenti da parte di un narratore esterno. Ottima è anche l’ambientazione. L’autrice ha scelto non solo luoghi simbolo della città conosciuti da tutti ma anche la Roma sotterranea, decisamente poco “turistica”. Lo stile della prosa è semplice, diretto e coinvolgente, gli eventi si succedono gli uni agli altri rapidamente, perfettamente incastrati tra di loro in un crescendo di scoperte che coinvolgono il lettore fino a spiazzarlo.

Un romanzo originale, ben strutturato e con personaggi accattivanti. Una lettura intensa dalla quale non ci si vorrebbe staccare.

ACQUISTA

Una questione di cuore

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂