RECENSIONE DI… “UNA VACANZA MOLTO SPECIALE” DI SUE MOORCROFT

Salve lettori, in questi giorni dedicati al black friday torna l’appuntamento con la rubrica “Letture sotto l’albero”.

Libera per usi commerciali. Attribuzione non richiesta.

Quest’oggi sono qui per parlarvi di un romanzo fortemente incentrato sulla famiglia. Mi riferisco a “Una vacanza molto speciale” di Sue Moorcroft (Newton Compton editori). Ringrazio la casa editrice per avermi inviato una copia ebook.

Dopo la fine del suo matrimonio, Lily Cortez ha lasciato la Spagna ed è tornata in Inghilterra dalle sue due mamme, Roma e Petsie, e dalla sorella Zinnia. Al suo arrivo scorge la madre biologica intenta a piangere mentre legge un necrologio. Sarà questo evento a sconvolgere la vita di Lily. L’uomo deceduto altri non è che suo padre, un uomo sposato col quale sua madre aveva avuto una relazione. Appresa la verità, Lily decide di voler conoscere i suoi fratellastri ed è pronta a trasferirsi in una piccola cittadina, dove inizierà a lavorare presso il pub di proprietà del fratello maggio,re e poi a intraprendere un viaggio in Svizzera. Accanto alle tante domande che le affollano la mente, si pongono i turbamenti suscitati dalla presenza di Isaac, intrigante manager provvisorio del locale.

“«Allora quali sono i tuoi piani adesso?». […] «Scoprire quali sono i tuoi e cercare di convincerti a lasciare che io ne faccia parte.»”

Quando tutte le certezze crollano improvvisamente è lo smarrimento a prevalere. È quello che prova Lily alla scoperta della verità riguardo le sue origini. La giovane non si chiude in se stessa, anzi, mostra sin da subito una grande determinazione. È pronta a perseguire nel suo intento, incurante di quello che possano pensare le sue madri o sua sorella. Per lei la famiglia è un punto fermo e in nome di questo valore deve andare avanti. Il cammino di Lily non è privo di ostacoli, dopotutto non è affatto semplice o normale piombare nelle vite di qualcuno che non si conosce e confessare la verità.

La componente romance pur essendo presente e occupando anche una gran bella fetta del romanzo non rappresenta, a mio parere, il punto focale della trama. Al centro della narrazione vi è la questione familiare declinata in due forme: la famiglia composta da due genitori dello stesso sesso e la famiglia allargata. Entrambe le tematiche sono affrontate in maniera delicata ed efficace.

Lo stile della prosa semplice e fluido e la descrizione del paesaggio svizzero nel periodo delle feste con neve, canti natalizi e mercatini contribuiscono a rendere la trama accattivante e coinvolgente.

Un romanzo ricco di mille sfaccettature. Una lettura che partendo dalla ricerca di se stessi approda alla tanto agognata felicità.

ACQUISTA

Una vacanza molto speciale

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂

Pubblicità

RECENSIONE DI… “UN’ESTATE INSIEME” DI SUE MOORCROFT

Salve lettori, in questa ennesima giornata caldissima, torna l’appuntamento con la rubrica “Letture sotto l’ombrellone”.

Libera per usi commerciali. Attribuzione non richiesta.

Oggi sono qui per parlarvi di un romanzo che, nonostante la bellissima ambientazione, non è riuscito a coinvolgermi quanto avrei voluto. Mi riferisco a “Un’estate insieme” di Sue Moorcroft (Newton Compton editori). Ringrazio la casa editrice per avermi inviato una copia ebook.

Dopo la fine della sua storia con Marcus, Rosa ha perso fiducia nell’amore. Sua madre Dory, che ha fatto della cucina un lavoro, per farla distrarre, le propone una vacanza a Malta, dove lei si recherà per sperimentare alcune ricette. Tra acqua cristallina e paesaggi mozzafiato, Rosa potrebbe avere l’occasione di riprendersi dalla delusione grazie anche a Zach, un aitante giovane verso il quale la madre sembra spingerla.

“«Mi fido, Zach. E credo che sia la prima volta in vita mia che mi fido di un uomo.»”

Punto di forza del romanzo è sicuramente l’ambientazione che appare curata nei dettagli attraverso la descrizione non solo dei paesaggi naturali ma anche dei monumenti del territorio e degli usi e costumi quotidiani.

Per quanto riguarda, invece, la trama in sé, a mio parere non risulta particolarmente incisiva. I personaggi non sembrano essere ben caratterizzati. Nonostante il romanzo pulluli di eventi, questi non riescono a lasciare il segno, è come se scivolassero pagina dopo pagina.

Rosa è una giovane donna un po’ allo sbando. Ha perso colui che credeva essere l’uomo della sua vita, non sa quale strada percorrere, ha molti sogni ma poche certezze. Non desidera una nuova storia, vuole tenersi alla larga dall’amore e, da questo punto di vista, appare ben chiara sin dalle primissime righe.

Zach appartiene a una famiglia abbastanza problematica. Nonostante sia palesemente attratto da Rosa, fa di tutto per rispettare le sue decisioni, inoltre ama dedicarsi agli altri, soprattutto ragazzi in difficoltà.

Tra i due nascerà un rapporto destinato a evolversi col tempo, costantemente minacciato dal ritorno alla vita quotidiana lontana da Malta. Evoluzione che, come dicevo, non viene resa particolarmente accattivante.

Sono numerose le tematiche sociali affrontate quali, a esempio, i rapporti familiari; l’essere madri single; i problemi giovanili con la giustizia legati alle cattive compagnie; il ricominciare rimettendo in gioco totalmente se stessi.

La prosa, pur essendo semplice e scorrevole, risulta particolarmente lenta a causa del ritmo narrativo che non permette al lettore di provare empatia nei confronti dei protagonisti e di immedesimarsi negli eventi.

Un romanzo, secondo me, dai buoni presupposti iniziali ma che non riesce a decollare come meriterebbe.

ACQUISTA

Un’estate insieme

 

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂