“TRE MINUTI DI ME” A. SENESE

Tre minuti di me – Antonella Senese

Adam è uno studente di medicina, rampollo di una famiglia agiata e importante. Egli ha la passione per la musica. Incarna il prototipo del musicista bello e dannato che partecipa a tutte le feste, si ubriaca, va a letto con ragazze delle quali nemmeno ricorda il nome. Uno squilibrato a un primo sguardo, ma, in realtà, non è affatto così: Adam usa l’alcol e il sesso per provare a dimenticare un dolore, del quale si sente l’unico responsabile, che, ogni giorno, lo perseguita e col quale deve imparare a convivere. Un bel giorno abbandona gli agi e i comforts dei quali gode e si trasferisce alla Brown, università che sforna musicisti professionisti.
Amie è una giovane pianista. Bella, intelligente e dotata di un immenso talento, trascorre le sue giornate col senso di colpa e di vuoto generati dalla tragica morte dei suoi genitori.
Adam e Amie, due vite apparentemente diverse eppure molto simili. La musica sarà il loro Cupido, l’università, lo scenario del loro amore. Le lacrime, i baci e i timidi sorrisi i loro fedeli aiutanti. Adam e Amie l’uno l’appoggio dell’altra, l’uno l’ancora di salvezza per l’altra. Impareranno a conoscersi, a innamorarsi e ad amarsi, perché, a volte, bastano solo tre minuti per scovare la persona giusta.
“La sua musica è un coltello che gira e rigira nella mia ferita ancora aperta, mi dilania e mi uccide, lentamente, in un’agonia che credevo di aver già provato. Le sue parole mi feriscono: so che non sono rivolte a me, alla mia storia, ma mi uccidono e mi lasciano al suolo, in una pozza di sangue, senza forza né respiro. […] Lui mi guarda: deve aver percepito il mio sguardo, solo un’anima così lacerata potrebbe. E la sua lo è . Lo sento.”
Il romanzo di spiccato genere “romance” (dal finale aperto, poiché primo volume di una trilogia) si presenta, agli occhi del lettore, come un connubio di musica e parole.
L’opera sviluppa, con la leggerezza tipica del romanzo d’evasione, il tema dell’elaborazione del lutto. Adam e Amie faticano a ritrovare se stessi e le proprie esistenze, perché il loro percorso di vita incontra un ostacolo, un macigno: il senso di colpa, difatti sia Adam, sia Amie si sentono gli unici responsabili della morte dei loro cari.
Assolutamente ben riusciti sono proprio i due giovani protagonisti.
Adam, il ragazzo di buona famiglia che potrebbe avere tutto ciò che si desidera, ma che decide di mollare tutto e rinunciare ai soldi di papà, compie un percorso di formazione che lo porta a cambiare e a divenire una persona migliore, trasformandosi in un tenero innamorato, desideroso di essere un punto fermo nella vita della sua donna.
Amie, la figlia modello, legata alla famiglia, che improvvisamente si ritrova sola al mondo. Debole, con il solo desiderio di morire, trova un appiglio nella musica e in quel ragazzo che, dal primo momento, le fa battere il cuore.
Adam e Amie due figure empatiche, due specchi della medesima essenza, creati per completarsi e per reimparare a vivere.
Lo stile è semplice, fluido, diretto, ricco di dialoghi serrati. Il lettore riesce a essere pienamente coinvolto nella vicenda, sorride, giudica e si commuove dinanzi alle gesta dei protagonisti.
Un romanzo leggero e appassionante. Un racconto d’amore. Una salvezza. Un miracolo che solo l’Amore riesce a compiere.

LINK ACQUISTO Tre minuti di me: Tre minuti di me series Vol. 1

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...